LA FOTOGRAFIA È SEMPRE UN’INCONTRO…

INS 243

Il fotografo incontra sempre qualcuno o qualcosa, anche quando l’altro non sa che l’incontro c’è stato.

A volte sono incontri consapevoli, come quando si ritrae una persona che che si mette in posa davanti all’obiettivo,

a volte sono incontri inconsapevoli, come quando si ruba un ritratto a qualcuno per strada,

a volte si fotografa una fuga, quando chi si accorge di essere sotto mira dell’obiettivo si nasconde,

altre volte si incontra una porzione di un mondo più ampio, come un particolare.

A volte si cerca di incontrare un paesaggio naturale,

i più audaci provano a incontrare il cielo e il mare…

Fatto sta che, qualsiasi cosa accada tra il momento dello scatto e la nascita dell’immagine, a me piace chiamarlo incontro.

Una volta Thorimbert, parlando di un ritratto che fece a Moravia, disse che quella foto parlava della loro mancanza di comunicazione…

 

La fotografia sembra vivere sul nostro mondo ma in realtà quello che vediamo è la sua manifestazione, non la sua essenza…

Per percepire l’essenza di una vera fotografia potrebbe non bastare una vita.

È come se noi rubassimo un’istante da un un’Universo parallelo dove tempo spazio e velocità non hanno nulla a che fare col nostro mondo fisico.

Faccio un esempio:

Quando a qualcuno accade di avere contatti con entità che non fanno parte del nostro mondo fisico (questo a prescindere da cosa credete vero o falso), spesso si sente dire che la nostra mente cerca di rapportare quel messaggio a qualcosa di comprensibile per noi, qualcosa che nella nostra dimensione sia “leggibile”.

Oppure come nel sogno, dove non esiste la vista ma vediamo, non esiste il corpo ma ci muoviamo, e dove le identità delle persone a volte sono solo la manifestazione inconscia di un sentire.

La fotografia è la stessa cosa…

Gli incontri fotografici avvengono in un mondo parallelo fatto di unità di misura diverse dalle nostre…

La fotografia è il modo col quale noi codifichiamo qualcosa che sta in un altro luogo sottile molto più vicino agli abissi che abbiamo dentro che alla materialità che percepiamo fuori.

La fotografia può essere magia, esorcismo, connessione, incomunicabilità,banalità,bellezza oppure più cose insieme

e quello che trasmette è il residuo sensitivo di questo messaggio trascendente.

in ogni caso si tratta di un’incontro…

Annunci

2 thoughts on “LA FOTOGRAFIA È SEMPRE UN’INCONTRO…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...