QUANTO E’ PERSONALE UNA FOTOGRAFIA?

Quando la fotografia ti accompagna per qualche anno nel cammino della vita,ti accorgi che cambia insieme a te.Forse è più esatto dire che i cambiamenti che noi facciamo nel percorso della vita ci portano a vedere le cose in modo diverso e,per chi fotografa con costanza,la fotografia è un modo di vedere il mondo.

Io credo che non esista nulla di impersonale,l’uomo non è in grado di non mettere se stesso nelle cose e quando evita di farlo sta semplicemente restringendo la sua possibilità di vivere pienamente.Credo che anche la persona più arida,la più sciocca e la più insensibile,per quanto cerchi di essere distaccata,comunque mette del suo nelle cose.

La fotografia non può che essere “personale” da questo punto di vista ma intendiamoci:Non si tratta di un qualcosa che abbia significato solo per noi ma,piuttosto,di un qualcosa di talmente personale e vitale che ci lega per forza agli altri.Ogni immagine che scattiamo e che mostriamo in un modo o nell’altro avrà la sua forza attrattiva.Quindi invito tutti a stare attenti quando si crede che si possa fotografare solo  per se stessi perché è una contraddizione troppo forte da sopportare che ci porterà lontano da noi e dalla fotografia.L’unico modo che abbiamo di fare qualcosa per noi stessi è includere l’altro nel nostro cammino.La vita è sempre relazione anche se a volte potrebbe non sembrare così.

Chi fotografa mostra il suo sguardo,qualcosa di profondamente personale,sarà per questo che esistono tante gelosie,tanti contrasti,tanta presunzione,tanto vittimismo,tanta suscettibilità che circonda il mondo dell’immagine fotografica.Puoi incontrare il fotografo che si sente un dio e che dispensa saggezza a tutti;puoi incontrare il fotografo remissivo che è terrorizzato all’idea di mostrare le sue foto,puoi incontrare il fotografo silenzioso,che mostra le sue immagini e non si esprime mai.

La verità è che fotografare,che noi lo vogliamo o no,mette in gioco molto di più che la nostra capacità tecnica di accoppiare tempo e diaframmi,fotografare è mostrarsi e mentre ci si mostra agli altri si scopre qualcosa di noi.Non puoi fotografare veramente se non impari a gestire il tuo ego,la tua presunzione e il tuo vittimismo…Non sempre ma spesso chi smette di fotografare non lo fa perché la sua passione si è smorzata ma perché ha smesso di voler guardare il mondo attraverso se stesso.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...