SIAMO SOLO DI PASSAGGIO…

IMG_0604

Tre figure evanescenti dietro a dei rami secchi….un sole sullo sfondo che buca l’immagine…Siamo di passaggio,noi uomini come le foglie…siamo ombre che dimenticano di esserlo.

Annunci

LO SQUARCIO DI CIELO…

_ON_7492

E’ inevitabile che le immagini che si scattano parlino di un nostro disagio,di un nostro modo di vedere le cose.Questa croce bianca con una frase inneggiante all’amore,questo telo strappato in alto,tutto mi ricordava il contrasto tra guerra e amore…e oggi me lo ricorda ancora di più.Pensare che il cielo terso che compare da sotto lo squarcio,in alcune zone del mondo,è inquinato da aerei che buttano bombe e uccidono bambini…L’amore sembra essere solo una scritta su un muro e il cielo sembra essere solo una cornice alla violenza…ma c’è un sole forte e caldo…ed è quella luce che dobbiamo seguire.

L’UOMO SENZA TESTA CHE GUARDA LE ROVINE…

_ON_8800

Una passeggiata tra le rovine di Ostia Antica con la mia macchina fotografica.
Ero in cerca di immagini che avessero un equilibrio formale,non volevo interpretare (come mio solito).Il mio intento era semplicemente di riportare a casa delle foto da stampare,quindi delle immagini che fossero “tutte in gamma” come si dice in fotografia.Poi vedo una statua senza testa e penso all’uomo e agli avvenimenti di Parigi e della Siria.Mi avvicino alla statua e vedo che guardava…non aveva testa ma guardava delle rovine.
Questa statua è una metafora secondo me.L’uomo di potere,così come l’uomo che non vuole vedere,guardano una città distrutta,rasa al suolo dalla Storia..Ma l’uomo non ha né testa né occhi per guardare e allora guarda ma non vede.E’ comunque nudo in un mondo che crede appartenergli,nella sua immensa stupidità crede che possa veramente perdere qualcosa che non sia la sua anima…e allora guarda,guarda e non vede.

WORK IN REGRESS…

Non è la prima volta che cerco di fotografare il Colosseo.Ogni volta la frustrazione di trovarlo in “restauro” mi ha inibito nelle fotografie credendo di doverne mostrare la bellezza.Stavolta ne ho voluto mostrare la realtà…Foto sgranate e spente…come spenta è la mente di chi ci amministra e rende e orribile una delle città più belle del mondo

_ON_8392 _ON_8400 _ON_8410 _ON_8417

OGGI NIENTE FOTOGRAFIA…RIFLESSIONI SULLA VIOLENZA

QUANTO DOLORE…
Quando le atrocità,che popoli diversi da noi vedono tutti i giorni,ci toccano da vicino provo una sensazione di grande dolore.Dolore perché la violenza non ha un nome ma è solo la manifestazione di una inconsapevolezza totale verso la vita.Ci sono popoli che subiscono atrocità superiori a quelle viste ieri sera ogni giorno e vederle da così vicino,seppure può sembrare ipocrita,fa un’altro effetto….
Ieri sera immaginavo le scene di questi uomini armati che uccidevano a sangue freddo altri uomini,immaginavo il terrore di chi si vedeva puntare un fucile e l’orrore di chi vedeva morire accanto a se un suo simile se non un suo amico o un suo caro;ho immaginato lo strazio,l’odore della povere da sparo e del sangue,gli occhi vedere scene che non dimenticheranno mai e il terrore pervadere ogni cellula del corpo….e ho avuto paura.
Quando si ha paura si tende a reagire con violenza,come gli animali feriti che scelgono se attaccare o fuggire ma noi siamo uomini e dobbiamo imparare a comprendere,siamo qui anche per questo e la vita serve anche a questo,sopratutto a questo.
Io voglio sentire quel dolore perché parla di una umanità ferita,voglio immaginarmi uno che preso dall’odio mi punta una pistola,voglio immaginarmi i suoi occhi perché sono occhi che hanno perso tutto.Voglio farlo perché l’unico modo per non diventare intrisi di paura e di odio è capire che la paura e l’odio sono i segnali di una vita non vissuta,costretta,forse rubata…
Voglio ricordarmi che la mia vita è responsabilità e perché voglio saper distinguere tra ciò che vale la pena affrontare e ciò che mi porta lontano da me…
Con grande dolore cerco empatia con una umanità ferita dalla sua stessa inconsapevolezza e penso che se vogliamo tornare ad amare abbiamo bisogno di un lungo percorso dentro di noi..perchè il cuore non è solo un muscolo,ma è il ritmo che ci ricorda che vivere non è scontato e che il sangue che scorre nelle vene non può essere comprato da nessun potere…
Voglio ricordarmi che mentre ci sono persone che odiano ci sono persone che non hanno mai smesso di amare…Invece di odiare chi non ha capito,voglio ringraziare chi ha comunque amato.