FOTOGRAFIA,CONFINI E LIBERTÀ

L’artista maledetto, quello dell’autodistruzione, quello che ha scambiato il suo essere con un’infinito narcisismo incontrollato, ha oltresì confuso la libertà con l’assenza di confini.
I confini sono il fondamento dell’uomo;
Come potrebbe manifestare la sua infinitezza se non avesse confini?
Ma esistono confini coercitivi e confini reali.
I confini coercitivi non possono essere liberi perché non sono nostri, ma quelli che ci diamo noi sono solo la direzione che imprimiamo al nostro essere individui creativi.
Il vento è la vera libertà dell’aria.